Scheda

Sonnino Pia



Famigliari compresenti: marito
Coniugato/a con: Laide Cesare
In Italia a: Livorno
Percorso di internamento: Sant'Angelo in Vado (PS) dal 27/8/'41 al 29/1/'42, data della revoca.
Ultima località o campo rinvenuti: Sant'Angelo in Vado (PS)
Deportato: no
Ucciso in Italia: no
Dopo la fuga e/o la liberazione a: /
Fonti:

ASP; Car.


Presente fasc. in ASP: s
Profilo biografico:

Era una negoziante in lane e tessuti e viveva a Livorno. Per decisione del Prefetto della sua città viene internata con il marito Laide Cesare sulla base di denuncia da parte di una cliente del loro negozio.

Il reato consiste nell’aver pronunciato parole “politicamente sospette" e non gradite al Regime sull'esito della guerra. 

La forzata permanenza a Sant'Angelo in Vado in Provincia di Pesaro va da agoso '41 a gennaio '42 quando, per il pentimento della denunciante, viene liberata unitamente al marito.

Dal municipio di Livorno sappiamo che morirà nella stessa città il 3 febbraio 1962.